Equipaggi delle crociere estive della LNM pronti a scendere in acqua per la difesa dell'ecosistema marino.

Questa la sintesi e il risultato di una serata coinvolgente e suggestiva per tutti le donne e gli uomini di mare, durante la quale si è potuto toccare con mano -  grazie agli approfondimenti sulle affascinanti attività di tutela dell'ambiente marino attualmente in corso nel Tirreno meridionale, raccontati di Enrico Salierno di Sea Shepherd e Ale Bocconcelli di Woods Hole Oceanographc Institute - la grandezza e la molteplicità di dimensione dell'andar per mare e dell'essere marinai.

Non solo tecnica della vela, apprendimento delle manovre, capacità di conduzione. Il mare è molto di più. E le nostre crociere questa estate saranno molto di più, unendo a tutto ciò l'entusiasmo della partecipazione, come segnalatori, alla campagna Siso di SeaShepherd di contrasto alla pesca illegale, responsabile ogni anno dell'uccisione di migliaia di mammiferi marini e del costante impoverimento dell'ambiente.

Un impegno che testimonia il nostro amore per il mare coniugato con quello per la legalità, presupposto indispensabile del vivere civile per continuare a godere di un'inestimabile patrimonio collettivo. 

Per chi vuole unirsi alla missione partecipando alle crociere estive della Sezione, ci sono ancora posti disponibili nelle settimane dal 21 agosto fino al rientro a settembre.

 Lunedì 5 luglio si è tenuta l’annunciata sessione di approfondimento con Seashepherd e WHOI in previsione della partenza delle crociere estive della LNM.

Preceduta dal briefing con gli equipaggi - che già vedono la partecipazione di circa 20 soci pronti ad avvicendarsi nelle tratte settimanali sotto la guida dei CB della sezione -, l’incontro ha permesso di approfondire le modalità di avvistamento e segnalazione di cetacei e sistemi di pesca illegale nell’ambito della campagna SISO, in corso da oltre 3 anni nel Tirreno meridionale.

Enrico Salierno, co-fondatore di Seashepherd e Alessandro Bocconcelli oceanografo di WHOI (il più grande istituto oceanografico privato del mondo) specialista in mammiferi marini, hanno affascinato la platea (ancora virtuale perché collegata da remoto) con la descrizione delle loro attività e col racconto anche dei percorsi di vita personali che li hanno portati a compiere la scelta di impegnarsi a difesa del mare. Un mare sempre più minacciato da un modello di sviluppo insostenibile che sta portando rapidamente alla perdita della biodiversità essenziale per la preservazione dell’ecosistema.

Tracollo della quantità di pesce nell’ordine del 70-80% negli ultimi 50 anni, produzione di plastica - e sua preponderante dispersione in mare - ancora in aumento a causa del dissennato sistema dell’usa e getta, del packaging e del consumo dell’acqua in bottiglia, al punto da far prevedere entro il 2030 il superamento della quantità di tonnellate di plastica rispetto a quella di pesce nel mediterraneo; aumento esponenziale dell’inquinamento acustico prodotto dal traffico marittimo che interferisce in modo drammatico coi meccanismi di comunicazione dei cetacei ed è causa principale del crescente numero di spiaggiamenti registrati negli ultimi anni; collegamento diretto tra l’inquinamento dei mari e riscaldamento globale, che distrugge i meccanismi naturali di compensazione e di assorbimento di CO2 come quello prodotto dalle foreste di mangrovie o dalle praterie di poseidonia in rapida ritirata. Sono tutti i segnali che ci dicono che non c’è più tempo.

Chi ama il mare deve agire. Qui e Ora.

Anche perché dalla serata sono emersi pure spunti di ottimismo sulla resilienza della natura e sulla sua capacità di recuperare velocemente terreno, come verificato durante i mesi di lockdown quando si sono osservati fenomeni di ripresa inaspettati, tra i vari quello dell’aumento degli avvistamenti di capodogli con numeri mai registrati in passato grazie all’improvviso “spegnimento” del rumore prodotto dall’uomo.

E allora, ancor più determinati e motivati da quanto raccontato da Ale e Enrico, ci accingiamo a dare il nostro contributo nella battaglia per la legalità marittima, per il rispetto delle leggi sulla pesca, attraverso l’attività di avvistamento e segnalazione delle FAD e spadare durante le crociere estive della Sezione, da intendere anche come momento di impegno civile a difesa di un bene prezioso da cui tutti dipendiamo  e che per noi, soci della Lega Navale, rappresenta la ragion d'essere di quello che siamo.

Attività di avvistamento e segnalazione che si estenderà anche ai cetacei incontrati in navigazione per consentire l’incremento della loro mappatura, così importante nel consentire l’avanzamento dei programmi scientifici di monitoraggio e tutela.

A tale riguardo, agli equipaggi - e tutti i soci armatori che vorranno collaborare – utilizzeranno apposite schede di riconoscimento delle diverse specie. Una volta individuato l’obiettivo - sia esso sistema di pesca illegale oppure un cetaceo - forniranno a questo indirizzo: https://www.seashepherd.it/segnalazione-fad/  le coordinate dell’avvistamento, tipo di avvistamento, data e fotografia.

In piena adesione e identificazione coi valori statutari di salvaguardia dell’ecosistema, della sostenibilità ambientale e di rispetto della legge, gli occhi che pattuglieranno il mare questa estate aumenteranno grazie al contributo della nostra Sezione. Ne siamo orgogliosi. Ma questi valori sono gli stessi di tutta la gente di mare che anima e fa vivere da 120 anni la nostra gloriosa associazione, la Lega Navale Italiana. Abbiamo l'ambizione di essere dei precursori e la convinzione che altre sezioni seguiranno, consentendo un aumento continuo del numero di sentinelle a difesa del nostro mare.

Più saremo, più efficace sarà l’azione di Seashepherd grazie all’aumento delle informazioni ricevute, meno spazio avranno i bracconieri, meno propilene verrà abbandonato nei mari e sui fondali, più cetacei, tartarughe, tonni e pescispada potranno vagabondare per il mare liberi e sicuri. E noi navigatori a godere del loro incontro nell’alto mare.


 

 

 

leganavalenewssoldini

Consulta il Sito di Lega Navale Italiana con le informazioni su tutte le Sezioni d'Italia

 Guarda il Video Report del nostro Corso OSR 6.01 World Sailing

 Un anno di emozioni possibili con Lega Navale Italiana Milano, ci auguriamo tutti un pronto ritorno in acqua!

 

osculati

Il nostro sponsor tecnico per la sicurezza nei corsi del nostro centro OSR WS e per le dotazioni vela e deriva a Dervio

 

logogiorndellavela

Il nostro partner Panama Editore per la divulgazione delle nostre iniziative

 

 logoassolombarda

Protocollo di intesa tra Assonautica Lombarda e Lega Navale Italiana Milano, insieme nel 2021

 

 Bolina

 A nostro fianco per parlare di cultura nautica; prosegue la promozione dedicata ai Soci della nostra Sezione

 

 

Questo sito fa uso della tecnologia denominata "cookie" (propri e di terze parti). Chiudendo questo avviso, scorrendo la pagina, cliccando in qualsiasi punto di essa o continuando a navigare nel sito, acconsenti all'uso dei cookie

Per saperne di piu'

Approvo